e-mail:
simonetta.pasini@libero.it

lunedì 22 ottobre 2012

Mele cotogne e non...

La marmellata di mele cotogne è quella che preferisco, così densa, con quel colore dorato e quel profumo...che un po' di giorni fa aveva pervaso casa!
Sarà anche perché mi riporta a quando ero piccola, quando all'asilo ci davano delle buonissime marmellatine confezionate che non ho più ritrovato!
Dopo quella di prugne, quindi, vista la disponibilità di mele regalatemi da mia mamma, ho fatto questa marmellata che si presta a varie preparazioni, sia per dolci che come accompagnamento di carni e pollame.

 La sua preparazione è impegnativa, soprattutto a causa della consistenza del frutto, molto duro!

Per 1 kg di mele ho utilizzato:
700 g di zucchero,
1 bustina di vanillina,
il succo di un limone filtrato,
2 bicchieri d'acqua.
Ho lavato bene le mele per togliere la peluria che li avvolge e le ho tagliate a piccoli pezzi
(l'ideale sarebbe metterle a macerare con parte dello zucchero qualche ora prima);
le ho messe in una pentola capiente con gli altri ingredienti e ho fatto cuocere lentamente mescolando continuamente per 45' e verso fine cottura le ho passate con il frullatore ad immersione.



 Poi ho versato la marmellata ancora bollente in vasetti sterilizzati e poi capovolti  per formare il sottovuoto.
 Per confezionarle ho usato ancora le bellissime etichette di Simonetta, un po' di carta da pacco, un filo di rafia ed eccole pronte anche per un piccolo dono!



 Ancora mele, ma stavolta Golden, per fare una delle torte che preferisco!
Qui le mele sono nell'impasto quindi si ottiene un composto morbidoso!


Il tempo di cottura è di 40' e non 20' come scritto qui sopra!
Buon appetito e buona settimana!

Simo

22 commenti:

  1. Ottima la marmellata, lavorata con tantissima cura, stupenda la confezioncina e..che torta splendida. Bravissima Simo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vaty, in effetti mi sta piacendo sempre di più farle e averne un bell' assortimento in dispensa!
      Baci. Simo

      Elimina
  2. Simo la tua produzione di marmellate mi fa veramente desiderare di farle, a sentire te è tutto facile, anche se so che non lo è! I barattoli son sempre belli, anche l'occhio vuole la sua parte, brava.

    Baci

    Viviana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Viviana, ma ti assicuro che non è affatto difficile, è solo per questa di mele che ci si impiega un po' a tagliarle!
      Baci

      Elimina
  3. Quest'anno ti sei davvero superata con la produzione di marmellate!
    E vedo che hai già utilizzato la perforatrice per i bordi della carta da pacco: bellissimo risultato!
    A presto.
    Simona.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simona, devo farti provare anche questa!
      Ti dirò che ho impiegato quasi più tempo a perforare la carta e a confezionare i vasetti che a fare la marmellata!!
      A presto!

      Elimina
  4. Simona questo post e' per me tu non puoi immaginare quanto io adori le mele, cotte crude in qualsiasi modo, e poi la torta di mele e' il più buono tra i dolci fatti in casa.
    Te con le marmellate non scherzi! Io in questo periodo l'ho fatta di pere, tu ci hai provato? Una vera delizia...
    Baci
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io amo molto le mele, è vero ci assomigliamo molto!!
      Ah, io non scherzo?! E tu?! Quella di pere mi manca, dimmi quali pere usi e come la fai, please!
      Per una parte di quella di prugne ho seguito la tua ricetta della mela grattuggiata!
      Vedi quante idee ci scambiamo?!
      Baci

      Elimina
    2. Pere williams e zucchero sempre la mela grattugiata prova e fammi sapere

      Elimina
  5. Mamma che fame... devo smetterla di guardare il tuo sito dopo aver mangiato il solito toast triste... Ma chi sono i fortunati "fruitori" di tutte quelle marmellate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara, solo io mio marito ne mangiamo, alcuni vasetti li ho regalati e altri me li hanno richiesti!
      Per avere successo con i miei figli dovrei produrre Nutella!!
      Baci. Simo

      Elimina
  6. ...marmellate,belle confezioni,smerli deliziosi,belle foto...insomma ci vizi!!! Brava Simonetta!!!
    un fiore Lieta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lieta! Cosa preferisci? Ciliege, albicocche, susine, prugne o mele cotogne?
      A presto!

      Elimina
  7. Ma sai che non ho mai mangiato la marmellata di mele cotogne??
    Adesso mi ha incuriosito, devo assolutamente trovarla!
    O magari provare a farla io :-)
    Baci,
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ti ho incuriosito?! Provala e mi saprai dire!
      Baci

      Elimina
  8. Hai beccato 2 ricette che sono tra le mie preferite! Anch'io adoro la marmellata di cotogne, e ricordo quando ancora era in una confezione quadrata di legno, con una splendida etichetta sopra (ora, me la prepara una signora adorabile). E poi, la torta di mele, per me non ha pari: le batte tutte :-) Mi fa molto Nonna Papera con il suo davanzale, dove la metteva a raffreddare :-) ! Ciao, buona serata! elena°*°

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hai fatto sorridere, si vede che siamo della stessa annata!
      Sì, proprio quella marmellatina lì, in confezione quadrata e Nonna Papera io la adoravo quando metteva le sue torte fumanti sul davanzale...quanti spensierati ricordi!!
      Un bacio

      Elimina
  9. Dimenticavo: splendido packaging !!!

    RispondiElimina
  10. la marmellata e troppo impegnativa da fare ..... (anche se le tue sono veramente bellissime) ma la torta...quella ti rubo la ricetta...mi piace provare sempre nuove ricette delle torte di mele...
    ciao da claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudette!
      Questa torta l'ho fatta molte volte, credo sia una ricetta della mitica Spisni, stavolta la ricetta conservata non era accompagnata dalla "fonte"; cercala sul web, il procedimento sarà spiegato meglio!
      Baci. Simo

      Elimina
  11. Accipicchia se è impegnativa la marmellata di cotogne...mi ricordo che mia suocera impiegava praticamente una giornata intera (tra preparazione, cottura e sterilizzazione...)! Quella di prugne è decisamente più veloce e la ricetta della torta è favolosa e attraente!!
    Bacioni!
    Maria Grazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è piuttosto laboriosa, mentre quella di prugne no, ma non c'è paragone!
      Grazie e a presto!

      Elimina

Post più popolari